Leandre’s letter and other memories

"When the quarantine will end..."  I read this words almost everywhere, hidden between the lines of some phone calls in which there’s not that much to say anymore these days. We may think we are talking about the future, but we have only evoked the past so far.  The letter I received from Leandre was... Continue Reading →

A letter from Carla in Taiwan

I received Carla’s message a few days ago. Recently, I invited people to write letters to me to create a sort of diary in which everyone's stories will begin to fit together like pieces of a puzzle. Carla is giving me the first piece of this complex chain of events happening around the world. The... Continue Reading →

Cina ed Italia: due quarantene a confronto.

Al telegiornale non si parla più della Cina, una realtà che qua in Italia, seppur fosse distante, ci preoccupava: ad oggi i servizi del tg continuano ad incentrarsi sulla questione coronavirus, ed io ancora una volta mi trovo nel bel mezzo di un’ epidemia. Oggi l’Italia sta vivendo la medesima situazione cinese di Gennaio, cosa... Continue Reading →

La mia partenza

Il 9 Febbraio ho lasciato alle spalle i cancelli della mia università. Dopo quasi 12 giorni trascorsi dentro le stanze di un dormitorio la mia testa aveva iniziato a fare fantasie su quello che poteva essere la situazione fuori: influenzata dalle notizie e dalla preoccupazione dei miei genitori a casa avevo quasi paura ad uscire... Continue Reading →

8 giorni di reclusione

Con oggi sono 8 giorni di reclusione nel dormitorio: sembra passato un mese ed ho scoperto ore della giornata prima a me sconosciute. Ho trascorso momenti di grande ansia ed allarmismo anche quando tutto attorno a me era tranquillo: fuori dalla mia camera gli uccellini volano di albero in albero cinguettando, non ci avevo mai... Continue Reading →

Qui c’è il caos… mediatico!

Qui c’è il caos… sì, ma mediatico! Ho capito solamente adesso come funzionano i giornali e chi li legge: pochi giorni fa è uscita la mia “intervista” sul Tirreno e nel giro di poche ore sia io che la mia famiglia siamo stati tempestati di messaggi e chiamate. Alla richiesta dell’intervista mi ero proposta di... Continue Reading →

Una ribellione silenziosa

Non aggiorno il mio blog da tempo e chiedo venia: questo rientro in Cina è stato caotico ed una vera e propria valanga di emozioni e cose da fare. Due mesi in Italia lontana dalla mia vita ad Hangzhou hanno fatto sì che dovessi iniziare tutto di nuovo da zero, ristabilire un equilibrio ed una... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑